Sono due le vittime dei presunti estorsori, ritenuti vicini al clan D’Alessandro

CASTELLAMMARE – Secondo la ricostruzione degli investigatori, avevano preso di mira due commercianti all’ingrosso di frutta ed ortaggi freschi e li avevano minacciati per indurli a ritirarsi e dare spazio a un altro operatore commerciale, considerato vicino alla cosca stabiese. Dopo una serie di minacce telefoniche, il 22 giugno scorso una delle vittime, mentre stava consegnando un carico di fragoline ad una pasticceria di Sant’Antonio Abate, sarebbe stata prelevata di forza e portata in una zona periferica di Castellammare per essere ancora minacciata e picchiata. Pasquale Vuolo, 37 anni, ritenuto elemento di spicco del clan D’Alessandro e Michele Vicedomini, 36 anni, anche egli considerato affiliato, sono stati fermati dai carabinieri in esecuzione di un decreto del pm emesso dalla Dda di Napoli. Devono rispondere di sequestro di persona a scopo di estorsione aggravato da finalità mafiose.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest