Caserta: ragazza tenta il suicidio col gas e rischia di far saltare in aria un palazzo del centro

Salvata in extremis una 24enne: una delusione d’amore all’origine del gesto

Una ragazza di 24 anni ha tentato di uccidersi utilizzando il gas nella sua abitazione di Caserta ma e’ stata salvata in extremis dalla Polizia di Stato. Tutto e’ accaduto nel primo pomeriggio; gli agenti della Squadra Volante della Questura sono intervenuti in una palazzina nel centro della citta’ dove si avvertiva una forte odore di gas metano proveniente da un appartamento al terzo piano, occupato dalla 24enne. I poliziotti, due uomini e una donna, hanno intimato agli altri condomini di abbandonare lo stabile, quindi hanno raggiunto la porta di casa della giovane, che era chiusa dall’interno; dopo qualche minuto sono riusciti a entrare, ed hanno trovato la ragazza riversa a terra, svenuta, con accanto un biglietto con cui spiegava che aveva deciso di togliersi la vita per una delusione d’amore. Gli agenti hanno subito spalancato le finestre dell’abitazione per scongiurare il rischio di una detonazione che avrebbe sventrato la palazzina, quindi, prima ancora dell’arrivo dei sanitari del 118, hanno praticato le manovre di primo soccorso rianimando la 24enne che, poco dopo, e’ stata accompagnata a bordo di un’ambulanza nell’ospedale civile di Caserta.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest