Campania, scuola: Mercoledì cosa succederà?

Riceviamo e pubblichiamo

È possibile che nessuno pretenda chiarimenti da parte del Presidente della Regione? De Luca scrive ordinanze per tutto, cani compresi, e al momento non ne ha scritta una che dia chiarimenti su cosa accadrà mercoledì? Da venerdì, da quando è stato pubblicato il “DL Aprile” ancora non è chiaro se si rientrerà a scuola. La Campania è (per volontà di De Luca) zona rossa, quindi dovrebbero riaprire le scuole fino alla prima media inclusa. Dovrebbero. Ma il DL, contrariamente a quanto promesso da Draghi, dà possibilità di derogare ai presidenti di regione e ai sindaci. Che farà De Luca? De Luca deve chiarire in modo da evitare il caos di ordinanze dei sindaci, se ne contano già una decina, di non riapertura delle scuole.

Di certo non chiarisce l’intervista da poco andata in onda a Tgcom24 dalla leggiadra assessore alla “squola” Lucia Fortini ha rilasciato un’intervista imbarazzante, che sarebbe comica se non fosse tragica. Con il suo consueto sorriso la Fortini si lancia in affermazioni irreali e dimostra ancora una volta di non avere assolutamente idea del dramma causato da un anno di chiusura della scuola. Nell’intervista l’assessore sostiene che la Regione Campania ha anticipato solo di una settimana il provvedimento di chiusura delle scuole. Lo ha detto davvero. Una settimana? Quindi i 900 mila studenti della Campania sono andati a scuola per tutto l’anno scolastico senza che nessuno se ne accorgesse? Dalle classi pollaio alle classi poltergeist! Certo, nel fantastico e leggiadro mondo di Lucia tutto è possibile, ma nel mondo reale dovrebbe essere fatta alzare dalla poltrona senza troppe cerimonie. La fortini dice e scrive (sulla sua pagina fb) che è indispensabile riportare in classe i bambini più piccoli, dei servizi educativi per l’infanzia, dei servizi per l’infanzia e della primaria. La prima media, quindi, è esclusa? È possibile avere certezze o le famiglie della Campania devono continuare a essere trattate diversamente dal resto di Italia?

Il presidente De Luca deve chiarire, avrebbe dovuto farlo subito. Cosa succederà mercoledì?

Alessandra Caldoro

Io temo che De Luca aspetterà fino all’ultimo e domani pomeriggio emanerà una ordinanza con la quale aprirà fino alla terza elementare, forse fino alla quinta. Lascerà chiusa la prima media. Poi chiamerà i sindaci “amici” e chiederà di non riaprire, salvando la sua faccia davanti al governo.

Perché non aprirà, a mio parere, la prima media? Perché non può tenere la Campania in zona rossa per sempre. Quando torneremo arancioni farà la “concessione” di aprire tutte le medie e si darà l’alibi per tenere inesorabilmente chiuse le superiori, dimenticando che gli adolescenti sono i più danneggiati sia in termini formativi che in termini educativi. Anzi non lo dimentica. Lo sa bene, ma a lui interessa solo coprire il suo fallimento. Si è perso un anno in slogan. I lanciafiamme non fermano i contagi. Anzi!

Alessandra Caldoro Presidente Circolo Filippo Turati

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest