Campania, imminente nomina commissario alla sanità in sostituzione di De Luca

Nell’occhio del ciclone manager e dirigenti sanitari 

Domani potrebbe finalmente approdare sul tavolo del Consiglio dei ministri la nomina di un commissario che subentrera’ a Vincenzo De Luca e metterà una volta per tutte un punto definitivo a un’era di fallimenti, sprechi, scellerata programmazione e nomine clientelari“. Lo annuncia Valeria Ciarambino, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle in Campania. “Siamo a poche ore da una svolta che auspichiamo da anni per la sanita’ della nostra Regione”, spiega, attaccando il governatore e attuale commissario alla sanita’, Vincenzo De Luca, per aver scelto “dirigenti e manager incapaci, eterodiretti da chi li ha nominati, per questo lautamente ricompensati con stipendi da nababbi. La sanita’ non si giudica con i numeri e con le statistiche. La vera fotografia la si evince dallo stato disastrato in cui versano le nostre strutture ospedaliere, da un’assistenza inadeguata perche’ garantita da personale in sottorganico all’interno di strutture che De Luca ha smantellato di volta in volta per favorire sempre di piu’ il privato”.
Per Ciarambino, la sanità campana puo’ ripartire solo attraverso “una nuova struttura commissariale” e dal Movimento 5 Stelle arriva anche un invito alla Lega “nostro alleato di governo – sottolinea la portavoce M5S -, perche’ a nessuno venga in mente di opporsi al necessario rinnovamento per la nostra regione. Lasciare la sanita’ nella mani di De Luca equivale ad allearsi con il peggior nemico della nostra terra. Se la Lega vuole essere considerata nemica della Campania non c’e’ strada migliore. La Lega – conclude – scelga da che parte stare: se dalla parte dei cittadini o dalla parte della cattiva politica”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest