Caivano, il Comune ritarda pagamento: disoccupato minaccia di incendiare uffici

L’uomo lamentava di non aver ricevuto l’assegno di mantenimento per la sua famiglia a causa di problemi burocratici. E’ scappato via prima dell’arrivo dei carabinieri

Minaccia di incendiare gli uffici dell’assistenza sociale del Comune di Caivano perché non riceve ancora l’assegno di mantenimento per la sua famiglia a causa di problemi burocratici.  Come riporta ilgiornaledicaivano.it, venerdì scorso intorno alle ore 11 un uomo, non soddisfatto dei chiarimenti ricevuti dagli impiegati, si è presentato negli uffici di corso Umberto e ha brandito una bottiglia di plastica, ripiena di benzina acquistata dal distributore più vicino, minacciando di dar fuoco ai locali. Ma, appena il sindaco Simone Monopoli ha allertato i carabinieri, l’uomo è scappato via minacciando comunque di tornare sul posto già il lunedì successivo. Giunte le forze dell’ordine, non si è riusciti ad identificarlo: l’ufficio non ha reperito, la pratica assistenziale del malintenzionato, inserito nei beneficiari del cosiddetto “assegno per nucleo familiare”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest