Arriva Boschi a Napoli, tensioni e contestazioni dagli attivisti

Il ministro per le riforme accolto da fischi e cori alla stazione marittima: “La rovina dell’Italia siete voi”

E’ a Napoli per l’avvio della campagna elettorale di Valeria Valente, candidato sindaco del Pd. Ma a Maria Elena Boschi i movimenti riservano una dura accoglienza: fischi e cori come “la rovina dell’Italia siete voi”. Alla stazione Marittima sono una cinquantina gli attivisti che innalzano cartelli e contestano il ministro delle riforme, al centro delle polemiche per il caso Banca Etruria. Tensioni con le forze dell’ordine in assetto anti sommossa: i cancelli sono stati chiusi ed i manifestanti respinti con una carica di alleggerimento. Il ministro Boschi ha superato senza problemi il presidio all’ingresso.

 

ALL’INTERNO NUOVA PROTESTA – Dopo la carica all’esterno della Stazione marittima, alcuni contestatori sono riusciti a fare irruzione all’interno, dove si svolgeva la manifestazione elettorale. Un gruppo ha raggiunto il palco e ha esposto uno striscione in favore del Sì al referendum sulle trivelle, subito rimosso dal servizio d’ordine. I manifestanti sono stati allontanati tra i fischi dei simpatizzanti del Pd.

(Fotogallery Francesco Bassini)

boschi_napoli_contestazione1_ildesk
boschi_napoli_contestazione2_ildesk
boschi_napoli_contestazione3_ildesk
boschi_napoli_contestazione4_ildesk

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest