Ariano Irpino, rivolta nel carcere: agente sequestrato un’ora dai detenuti

Il poliziotto condotto in ospedale in stato di choc. La protesta dei reclusi per segnalare le proibitive condizioni all’interno del penitenziario

Rivolta lampo nel carcere di Ariano Irpino. Per circa un’ora – dalle 15 alle 16 – i detenuti hanno costretto un agente di custodia in servizio a rifugiarsi all’interno di un gabbiotto, tra lanci di oggetti e minacce.  All’interno del penitenziario sono subito intervenuti agenti di polizia e carabinieri in assetto antisommossa, riportando la situazione sotto controllo. Sul posto è giunto il procuratore aggiunto di Benevento, Giovanni Conzo, che coordina le indagini sull’episodio. La protesta è stata attuata per segnalare le proibitive condizioni all’interno del carcere irpino. L’agente di polizia penitenziaria sequestrato è stato costretto alle cure dei medici dell’ospedale di Ariano, dove è arrivato in stato di choc.  Il Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria denuncia il “sequestro annunciato in un carcere praticamente in mano ai detenuti” e la “situazione esplosiva” nella casa circondariale.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest