Terremoto Brexit, Gran Bretagna fuori dall’Ue: Cameron si dimette, borse nel panico

Crollano i mercati in Asia, sprofonda la sterlina. Il primo ministro: “A ottobre il mio successore, guiderà i negoziati con l’Unione Europea”

Panico sulle borse con la vittoria della Brexit, tempesta sugli spread, crollano i mercati in Asia, sprofonda la sterlina. La sorpresa è stata forte e i crolli sui mercati proporzionati: i listini sono crollati, mentre i beni rifugio (oro e derivati sui titoli di Stato Usa) stanno ovviamente correndo.

Cameron si dimette. “Ci dovrà essere un nuovo primo ministro eletto a ottobre”. Lo ha detto il premier britannico, aggiungendo che il nuovo premier “dovrà guidare i negoziati con l’Ue”. “Il popolo britannico ha votato per uscire dall’Europa e la volontà del popolo britannico sarà rispettata”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest