Strage di Berlino, rientrata in Italia salma di Fabrizia Di Lorenzo

Ad attendere i familiari ed il feretro le autorità, in testa Mattarella

L’abbraccio del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha concluso l’incontro che i genitori e il fratello hanno avuto col capo dello stato all’aeroporto di Ciampino. La salma di Fabrizia Di Lorenzo, uccisa nella strage di Berlino, è tornata in Italia. Ad accoglierla all’aeroporto militare, oltre al capo dello Stato, il ministro della Difesa Roberta Pinotti, il presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso e il sindaco di Sulmona Annamaria Casini. Il padre Gaetano, la madre Giovanna e il fratello Gerardo, scesi dall’aereo hanno trovato sottobordo un pulmino dell’Aeronautica militare che li ha accompagnati fino all’ingresso dell’aerea riservata al 31° Stormo dell’Aeronautica militare. Qui i familiari della giovane di Sulmona sono stati accolti dalle autorità presenti.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest