Spari alla marcia anti Trump, un ferito. Terzo giorno di proteste negli Usa

Sparato un colpo di pistola a Portland. it-in sono in corso in varie città americane, da Miami a Filadelfia, da Columbus a New York

Arrivano gli spari alle proteste contro Trump. Un uomo è rimasto ferito da un colpo di pistola a Portland, nell’Oregon, durante una marcia contro l’elezione del tycoon. Lo riferisce la polizia su Twitter. Le forze dell’ordine hanno sollecitato i cittadini a “lasciare immediatamente la zona” e invitato gli eventuali testimoni a farsi avanti. Secondo quanto riferiscono i media americani, il colpo sarebbe stato esploso mentre i manifestanti attraversavano il ponte Morrison. E’ stata la terza notte consecutiva di proteste in Usa. Marce e sit-in sono in corso in varie città americane, da Miami a Filadelfia, da Columbus a New York, nei pressi della Trump Tower, dove abita il neo presidente. In alcuni casi i manifestanti hanno bloccato temporaneamente alcune strade ma finora senza incidenti. Lo slogan è sempre lo stesso: “Not my president”. Sono oltre 200 gli arresti.

(Foto ‏@SanaMrga/twitter)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest