Sma Campania a rischio scioglimento

 

La Cgil preoccupata per il futuro dei 600 dipendenti

L’Inchiesta della magistratura potrebbe accelerare le procedure per lo scioglimento di Sma Campania, azienda partecipata regionale impegnata nel campo dell’antincendio boschivo e in tutte le attività di tutela e salvaguardia dell’ambiente. Seicento i dipendenti in organico. Una scelta politica e organizzativa attuata nell’ambito del piano regionale di razionalizzazione delle società partecipate così come previsto dall’articolo 20 del Decreto Legislativo 175 del 2016. Negli ultimi mesi sarebbero stati segnalati sprechi, promozioni, stipendi d’oro, privilegi riguardanti dipendenti e dirigenti. Tra i reati ipotizzati dalla Procura di Napoli ci sarebbero il voto di scambio e il finanziamento illecito ai partiti. Il possibile scioglimento hanno creato allarme tra i lavoratori.  Preoccupazione  per la sorte dei dipendenti della Sma Campania, viene espressa in una nota della Cgil e della Filcams regionale “In questi anni – sottolineano Cgil e Filcams – gli addetti della società partecipata della Regione hanno acquisito un importante livello di professionalità in tema di prevenzione e salvaguardia del territorio”. “Sulle questioni ambientali – aggiungono Cgil e Filcams – è stato costruito un percorso, che ha coinvolto istituzioni e parti sociali, finalizzato ad una progressiva uscita dal precariato e una conseguente stabilizzazione dei lavoratori”. “Episodi come quelli venuti alla luce grazie alle indagini della Procura – conclude la nota – sono certamente da condannare, ma resteremo vigili affinché tutto questo non vada a ripercuotersi sui dipendenti di Sma Campania e sul loro futuro occupazionale”.

                                                                                                                                          Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest