Sanità campana, Moirano dice no: la Lega vuole Desideri al posto di De Luca

Salta la trattativa con il manager ligure, il cui nome era stato inviato dal ministro Grillo al Mef, per la nomina a nuovo commissario nel consiglio dei ministri di domani, in sostituzione dell’incompatibile governatore. Ora la procedura rischia di frenare ancora. Indiscrezioni sull’alternativa indicata dal Carroccio: l’ex dg dell’Asl Arezzo

Commissario alla sanità in Campania, colpo di scena: salta la trattativa con Fulvio Moirano, individuato dal ministro della salute, Giulia Grillo. E alcune indiscrezioni indicano un’alternativa nel manager bolognese Enrico Desideri, indicato dalla Lega. A quanto riferisce l’agenzia Dire, la nomina di Moirano è saltata probabilmente per un rifiuto dello stesso manager ligure, impegnato fino al 2021 al vertice dell’Ats Sardegna. Ieri, il nome di Moirano era stato inviato da Grillo al ministero dell’economia, per il necessario concerto sulla scelta del nuovo commissario. L’obiettivo era quello di procedere alla nomina nel consiglio dei ministri in programma domani. Adesso, potrebbe slittare la sostituzione del governatore-commissario Vincenzo De Luca, incompatibile per la legge in vigore da dicembre. Sull’opzione Moirano era forte il pressing del M5S, in forza del curriculum e dell’assenza di legami con la sanità campana, sfibrata dalla stretta della politica locale. A quanto risulta, nelle ultime ore la Lega sta avanzando un’alternativa in Enrico Desideri, fresco ex direttore generale dell’Asl Arezzo. De Luca, intanto, resta alla finestra. Alla Regione puntano tutto sulle carte bollate: la diffida al governo, per il prolungamento della fase commissariale, e il ricorso alla Consulta contro la norma sull’incompatibilità.

Gianmaria Roberti

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest