Roma, la marcia dell’amnistia: “Istituzioni escano da condizione criminale”

La manifestazione promossa dai Radicali è partita dal carcere di Regina Coeli ed è giunta in piazza San Pietro

E’ partita dal carcere di Regina Coeli ed è giunta in piazza San Pietro la V Marcia di Pasqua per l’Amnistia organizzata dal Radicali. “Questa nuova mobilitazione – afferma un comunicato – mira a ribadire la necessità di un’Amnistia perché le nostre istituzioni fuoriescano dalla condizione criminale in cui si trovano rispetto alla nostra Costituzione, alla giurisdizione europea, ai diritti umani universalmente riconosciuti e alla coscienza civile del Paese”.  “Noi – aggiungono i Radicali – ci ritroviamo nelle parole di Papa Francesco anche quando si è pronunciato contro l’ergastolo, definendolo ‘una pena di morte nascosta’ o quando si è espresso contro l’abuso della carcerazione preventiva o dell’isolamento praticato nelle carceri di massima sicurezza. Oltre al Santo Padre, a favore di un provvedimento di amnistia a più riprese si sono espressi rappresentanti di primo piano della Conferenza Episcopale Italiana, di altre realtà del mondo cattolico e di associazioni laiche che da anni si battono per i diritti degli ultimi”.

(Foto Radicali/Fb)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest