Putin a Macron: “Disponibili per la pace e un cessate il fuoco. Militari russi non hanno mai bombardato civili”

Proseguono i negoziati tra le delegazioni

Mentre proseguono i negoziati tra le delegazioni della Russia e dell’Ucraina, il presidente russo Vladimir Putin in una conversazione di un’ora e mezza avuta oggi con il suo omologo francese Emmanuel Macron ha sottolineato l’apertura della Federazione russa ai negoziati con la delegazione ucraina. E’ quanto riferisce una nota dell’ufficio stampa della presidenza russa.

La Russia è aperta ai negoziati con i rappresentanti dell’Ucraina e si augura che si raggiungano risultati positivi – spiega la nota – Un accordo con l’Ucraina sarà  possibile solo dopo la smilitarizzazione e de-nazificazione” di Kiev e quando avrà  assunto uno status neutrale”.

Il presidente della Russia ha evidenziato che le forze armate russe non bombardano civili e non colpiscono obiettivi civili. La minaccia viene dai nazionalisti ucraini che usano la popolazione civile come scudo umano, dispiegano appositamente sistemi di attacco d’arma nelle aree residenziali e hanno intensificato i bombardamenti delle città del Donbass – sottolinea la nota. I

Secondo fonti della presidenza francese Macron ha ribadito a Putin la “richiesta della comunità  internazionale di cessare l’offensiva russa contro l’Ucraina, ribadendo la necessità di un cessate il fuoco immediato”. In particolare, Macron ha chiesto che cessino i bombardamenti e siano garantite le principali strade, in particolare quella del sud di Kiev. Putin, ha “confermato la volontà  di impegnarsi su questi punti”. Infine, Macron ha proposto al presidente russo di “rimanere in contatto nei prossimi giorni per prevenire l’aggravarsi della situazione” e “Putin si è detto d’accordo”

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest