Ora de Magistris lancia appelli a Fico e Nugnes per candidarsi a Palazzo Santa Lucia

 Ma l’ex Pm non gode dell’appoggio della base pentastellata

Luigi de Magistris tenta di uscire dall’isolamento proponendosi come candidato alla presidenza della Regione Campania per elezioni regionali del 2020 lanciando appelli al Movimento 5 Stelle con l’obiettivo di dividerli  e garantirsi  la sponda con l’ala sedicente di sinistra dei pentastellati guidata dall’attuale presidente della Camera, Roberto Fico e dalla deputata Paola Nugnes. Il primo cittadino partenopeo dopo aver bussato inutilmente la porta del Partito Democratico ricevendo un netto rifiuto dai vertici che hanno confermato l’appoggio alla ricandidatura di Vincenzo De Luca, ora prova a stringere un “patto” con i dissidenti pentastellati. Stando ai soliti bene informati, la prossima settimana sarebbe stato fissato un incontro ristretto tra de Magistris,  il capo di gabinetto di Palazzo San Giacomo Attilio Auricchio e il presidente della Camera. Magistris.  Un patto che non raccoglie consensi e appoggi dalla stragrande maggioranza della base pentastellata napoletana e campana che sarebbe orientata a sostenere ‘senza se e senza ma’ l’attuale consigliera Valeria Ciarambino. “Con il Movimento 5 Stelle si può costruire una coalizione regionale. Io faccio un appello alle sensibilità migliori del Movimento su questo” –  ha detto de Magistris – Penso che i 5 Stelle facciano un errore – ha aggiunto de Magistris – se non dialogano con noi che abbiamo ha dimostrato che le cose che loro dicono le facciamo, a cominciare dall’acqua pubblica. Ora guardiamo con attenzione alla discussione che si aprirà nel Movimento 5 Stelle dopo le elezioni europee“.

                                                                                                                                                    CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest