Londra, furgone travolge folla all’uscita della moschea: 1 morto e 8 feriti, arrestato l’autista

La polizia indaga sull’accaduto come un potenziale attacco terroristico

Il conducente del furgone, un uomo di 48 anni, è stato fermato dai presenti e poi arrestato. E’ di un morto e otto feriti il bilancio dell’incidente avvenuto in Seven Sisters Road a Finsbury Park, nel nord di Londra. I feriti sono stati portati in tre ospedali: tre sono gravi. Condotto in ospedale per precauzione, una volta dimesso l’investitore sarà preso in custodia e soggetto a valutazione della salute mentale.  A essere presi di mira sono i fedeli musulmani della moschea di Finsbury Park investiti da un furgone bianco nella notte subito dopo la preghiera serale del sacro mese di Ramadan. La polizia indaga sull’accaduto come “un potenziale attacco terroristico” dichiara all’alba la premier Theresa May. Tutti i presenti raccontano di quel van piombato sulla gente ad alta velocità e di persone sbalzate sull’asfalto. Quando il mezzo si è fermato, l’uomo alla guida – un bianco – è stato affrontato dalla folla inferocita. Uno di coloro che affermano di essere intervenuti, Abdikadar Warfa, ha detto ai media di aver tentato di “bloccare” con altri l’investitore per consegnarlo alla polizia. L’uomo pare abbia reagito violentemente, venendo a suo volta colpito da pugni e calci. Fino a quando gli agenti non sono arrivati, prendendolo in consegna.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest