La beffa di Sean Penn: incontrò l’uomo più ricercato al mondo, indagato per intervista a El Chapo

Il celebre attore e regista fu condotto nel covo del superlatitante lo scorso ottobre. Mediatrice la star delle soap Kate Del Castillo

CITTA’ DEL MESSICO – E adesso è anche indagato dalle autorità messicane, per quella incredibile beffa. Il regista e attore americano Sean Penn ha incontrò segretamente il super latitante El Chapo Guzman, catturato 48 ore fa, per una intervista. La prima concessa dal boss dei narcos dopo tanti anni, apparsa online sulla rivista Rolling Stone. Nell’intervista, organizzata dall’attrice di soap messicana Kate Del Castillo, Penn racconta che il capo del cartello di Sinaloa voleva far girare un film sulla sua vita. Fa scalpore un passaggio del dialogo in cui El Chapo definisce  “un mio amico” il miliardario Donald Trump, candidato alle primarie repubblicane. L’incontro tra Sean Penn e il barone della droga messicano El Chapo, avvenuto lo scorso 2 ottobre, durò sette ore ed avvenne in una zona della giungla nello stato messicano di Durango, al confine con Sinaloa. La rivista statunitense pubblica anche una foto con l’attore americano in camicia nera che stringe la mano al re dei narcos in camicia blu, la notte del 2 ottobre. il “meeting” proseguì tutta la notte. Ore in cui Penn ed El Chapo mangiarono e bevvero circondati dai guardaspalle del boss. L’attore era arrivato poche ore prima con un aereo da Los Angeles; non viene indicata la città messicana dove atterrò. Prese un fuoristrada. In sua compagnia c’era Kate del Castillo, l’attrice messicana che aveva già avuto contatti con El Chapo. Viaggiavano con il figlio del narcotrafficante, Alfredo Guzman. Il convoglio superò anche un controllo militare senza problemi. Penn racconta che il 58enne boss lo salutò con un abbraccio. L’intervista è stata completata da altri colloqui video e telefonici. La cattura del ricercato ha impedito un secondo incontro già concordato.

 

IL BOSS AMMETTE: “SONO IL PIU’ GRANDE TRAFFICANTE AL MONDO” – “Sono quello che vende più eroina, metamfetamine, cocaina e marijuana al mondo”. Non solo ammette, ma rivendica con orgoglio il primato di più grande trafficante della terra. Nell’intervista El Chapo non fa mistero del suo business. “Ho una flotta di sottomarini, aerei, camion e barche”. Quanto ai fiumi di sangue versato in nome della droga, la spiega così:  “Io cerco solo di difendermi. Non attacco mai briga per primo”.

 

L’ATTORE: “CONVINTO CHE MI SEGUISSE LA DEA” – “Sono convinto che la Dea (l’agenzia anti-droga americano) e le autorità messicane seguissero ogni mio movimento in Messico”.  Sean Penn afferma che “nel momento in cui sono atterrato, sono diventato sospettoso di tutto”, aggiungendo che durante la preparazione dell’intervista era costretto “a usare telefonini una sola volta e poi bruciarli, indirizzi email anonimi, messaggi criptati”.
Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest