Il governo Gentiloni è un Renzi bis: e Verdini punta i piedi

La lista dei ministri: Alfano agli esteri, Minniti agli Interni, Orlando confermato alla giustizia. La Boschi Sottosegretario di stato alla presidenza del consiglio

Paolo Gentiloni ha ufficializzato la lista dei ministri e giura assieme alla sua squadra al Quirinale. Un esecutivo che assomiglia molto a quello Renzi, con la presenza di Boschi e Lotti direttamente dal “giglio magico” renziano. Mentre il premier incaricato è a colloquio con Mattarella scoppia il primo caso: Verdini, in una nota sottoscritta anche da Enrico Zanetti, afferma che Ala-Sc non voterà la fiducia “senza rappresentanza” nella compagine governativa.

Ecco i ministri. Senza portafoglio: Finocchiaro Rapporti Parlamento, Madia Semplificazione e Pa, Enrico Costa Affari Regionali. Claudio Devincenti alla Coesione Territoriale e Mezzogiorno, Luca Lotti Sport. Con portafoglio: Alfano agli Esteri, all’Interno Minniti, alla Giustizia Orlando, alla Difesa Pinotti, all’Economia Padoan, allo Sviluppo Economico Calenda. Alle Politiche agricole Martina, all’Ambiente Galletti. Ai Trasporti Del Rio. Al Lavoro Moretti. All’Istruzione Fedeli. Ai Beni Culturali Franceschni. Alla Salute Lorenzin. Sottosegretario di stato alla presidenza del consiglio Boschi.

(Foto @Quirinale/twitter)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest