Brasile, rivolta nel carcere di Manus: 60 morti

Sono 7 gli agenti ostaggio dei carcerati

Le vittime tra i detenuti sono almeno 60, di cui 6 decapitati. Sanguinosa sommossa nel carcere Anisio Jobim di Manaus, in Brasile. Sono 7 gli agenti ostaggio dei carcerati. Il segretario di Pubblica sicurezza Sergio Fontes ha definito l’episodio “il maggior massacro del sistema carcerario di Amazonas”. Sei detenuti sono stati decapitati. All’origine della ribellione una rissa tra gang rivali, la Familia do Norte e il Primeiro Comando da Capital.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest