Si conclude a luglio il ciclo di seminari filosofici nello spazio aperto di vico Maffei a Napoli. Appuntamento tutti i venerdì

NAPOLI – L’idea è quella di strutturare un ciclo di seminari su un tema filosofico ben preciso: la storia della genesi e sviluppo del concetto di nichilismo in opposizione, ma pure in coabitazione, a quello di cosmopolitismo, a partire dagli anni ’50-’70 dell’Ottocento, fino all’ascesa al potere, e conseguente caduta, di Adolf Hitler (1933-1945) ed anche oltre. Sono i seminari filosofici dell’Asilo (Vico Giuseppe Maffei). Titolo del ciclo di incontri, in calendario ogni venerdì alle 18, “Nichilismo vs Cosmopolitismo: una storia finita?”. L’iniziativa, partita il 10 aprile, si concluderà il 10 luglio. Con una particolarità: gli incontri vedono come protagonisti solo giovani studenti e studiosi di storia e di filosofia (studenti della Magistrale, dottorandi e dottori di ricerca). Ciò in funzione di dedicare uno spazio e una vetrina importante d’ascolto per soggetti che normalmente non hanno a disposizione momenti e luoghi per mostrare le loro capacità di analisi.

L’Asilo è, da questo punto di vista, un palcoscenico ideale perché coniuga esigenze comunitarie a proposte formative, continuando un ideale percorso di collaborazione con il pensiero filosofico già avviato da disseminAzioni.

I seminari sono concepiti su due-tre contributi strutturati di una ventina di minuti cadauno, e poi con interventi liberi per chiunque voglia partecipare, fare domande, sostenere idee e punti di vista. Al fondo di tutto il ciclo c’è la domanda centrale: cosa ce ne facciamo, oggi e domani, di questa “lotta mortale” tra due modelli culturali alternativi ed entrambi insoddisfacenti? Quali insegnamenti, quali orizzonti ci può aprire un’analisi di questo tempo malato, qui sottoposto all’indagine? Tutti gli interventi ruoteranno e si tratterranno su questo “unico tema”, al di là dei singoli autori, peraltro già a monte selezionati vista la loro centralità per l’oggetto in questione.

 

 

IL PROGRAMMA


▪▪ 8 maggio ▪▪
Valentina De Filippo: Emil Cioran: apolide, cosmopolita o reazionario?
Sara Capasso: Introduzione al tramonto d’Europa. In margine a Oswald Spengler

▪▪ 15 maggio ▪▪
Mattia Papa: Max Weber e la filosofia dei valori tra capitale a liberalismo
Marta D’Allocco: Politeismo dei valori e nichilismo della volontà: Max Weber e L’etica protestante

▪▪ 22 maggio ▪▪
Simona Ambrosio: Il “caso” Nietzsche: Genealogia della morale
Roberta Guasco: Il “caso” Nietzsche II: Al di là del bene e del male

▪▪ 29 maggio ▪▪
Enza De Lucia: Jünger, il lavoratore come espressione “oltreumana” dell’umano? Gaia Apolito: La preistoria del dissidio: Marx e l’ideologia tedesca

▪▪ 5 giugno ▪▪
Ivana D’Avanzo e Teresa Sequino: Il neokantismo in quanto cosmopolitismo

▪▪ 12 giugno ▪▪
Rossella Saccoia: Heidegger e Cassirer e Davos: la lotta per la filosofia
Emma Napoleone: Oswald Spengler e il tramonto dell’Occidente I

▪▪ 19 giugno ▪▪
Edvige Di Ronza: Carl Schmitt
Alessandro De Cesaris: Da Descartes a Platone: Paul Natorp e il problema della metafisica

▪▪ 26 giugno ▪▪
Luca Lo Sapio: Eugenetica nazista
Teresa Caporale: Max Stirner

▪▪ 3 luglio ▪▪
Flavia Palazzi: Husserl e l’idea d’Europa Chiara Cappiello: Perdita del centro. De Martino, Croce e la crisi del Novecento

▪▪ 10 luglio ▪▪
Cosimo Palma: W. Benjamin: architettura, città, montaggio e storia
Luisa Scuotto: Oswald Spengler e il tramonto dell’Occidente II
Diletta Ciociano: Psicologia del nichilismo

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest