Napoli, visite e spettacoli per il restauro della chiesa di Gesù e Maria

Riaperto al pubblico, dopo una lunga chiusura, il suggestivo edificio del quartiere Avvocata grazie al lavoro di associazioni operanti nel tessuto socio-culturale cittadino

Un progetto di rinascita culturale attraverso la riscoperta di Totò e delle donne della sua vita. Dopo una lunga chiusura la Chiesa di Gesù e Maria a Napoli è stata riaperta al pubblico dallo scorso 6 maggio grazie ad alcune iniziative curate dall’associazione di Promozione Sociale, Euforika Napoli, ed altre realtà operanti nel tessuto socio-culturale cittadino.

“La nostra mission nasce nel 2009 con una prima mostra di arte contemporanea  che si svolse al Maschio Angioino: l’obiettivo era coinvolgere i giovani attraverso la cosiddetta “educazione attiva” – afferma il presidente di Euforika, Luigifranco Zoena – Un metodo, a nostro avviso, davvero efficace per avvicinare i giovani all’Arte ed alla nostra Tradizione perché siamo convinti che la Cultura faccia emergere il senso civico e migliori il livello sociale, accompagnando ogni cittadino oltre i propri limiti oggettivi e soggettivi. Le visite guidate e gli spettacoli che stiamo svolgendo nella Chiesa di Gesù e Maria in questi weekend del Maggio dei Monumenti 2017, sono finalizzate alla raccolta fondi per il completamento dei restauri dell’edificio il quale, una volta riaperto al pubblico in modo permanente, verrà utilizzato come “contenitore” di attività socio-culturali indirizzate ragazzi ed ai giovani del quartiere Avvocata e di Napoli”.

“La nostra visita guidata, dal titolo “Eteree presenze…”, ha come oggetto il complesso rapporto fra Totò ed il mondo femminile – afferma Alessandro Maria Raffone, presidente dell’Associazione culturale no profit Heracles 2015 –  Tale argomento viene proposto in modo innovativo, da un lato evidenziando possibili legami tra aneddoti desunti dalla biografia e dalla filmografia del grande attore ed alcune pregevoli opere ancora presenti nella chiesa; dall’altro, attraverso la performance di un’attrice (Marica Ferone) che riveste i panni delle amanti che più seppero rubare il suo cuore. L’evento – conclude Raffone – ripetuto ancora per quest’ultimo weekend di maggio e, si spera, anche nei prossimi mesi, rappresenta infine un’occasione per conoscere ulteriori “fattarielli” aventi come protagonisti non solo suore e frati dell’ordine domenicano al quale il complesso architettonico apparteneva in origine ma anche artisti che ebbero una notevole influenza nella produzione napoletana seicentesca”.

Il carnet degli eventi nella Chiesa di Gesù e Maria prevede, dunque, lo svolgimento della visita “Eteree presenze…” nelle giornate di sabato 27 (h 11 e 17) e domenica 28 maggio (h 10,30 – 12)

Sabato 27 alle ore 20,30 avrà luogo, inoltre,  lo spettacolo “Totombola”: lo scrittore e saggista Amedeo Colella riproporrà il famoso gioco della “Smorfia napoletana” nelle vesti del Principe della Risata, dove i numeri saranno illustrati attraverso clip prese dai film di Totò.

La partecipazione prevede un contributo destinato alla raccolta fondi per la riapertura della chiesa.

Per informazioni e prenotazioni:

  • Eteree Presenze > + 39 348 0128461; + 39 338 4718164; +39 375 5081283 oppure scrivere una mail a heracles_2015@libero.it
  • Totòmbola > +39 375 5081283; info@euforikanapoli.it

 

Angelo Zito

(Foto Euforika Napoli)

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest