Galleria Borbonica, il percorso si arricchisce con il rifugio bellico di Palazzo Serra di Cassano

Presentato l’accordo con il complesso di San Lorenzo Maggiore, biglietto cumulativo per entrambi gli itinerari

NAPOLI – Un nuovo itinerario, un nuovo ingresso, una nuova visita guidata: giornata di novità per la Galleria Borbonica che a partire da questo pomeriggio aumenta la sua offerta ai visitatori.

Questa mattina, alla presenza del vicesindaco Raffaele del Giudice, lo staff della “Galleria Borbonica” e dello spazio “Interno A14” ha presentato il percorso “La via della memoria!” cui si accede dallo storico Palazzo Serra di Cassano in via Monte di Dio 14.

Nell’agosto 2013, Gianluca Minin ed Enzo de Luzio (i due geologi impegnati da anni in attività di verifiche statiche e lavori di messa in sicurezza delle cavità presenti nel sottosuolo di Napoli che nel marzo 2005, durante alcuni rilievi, entrarono nella Galleria Borbonica) iniziarono a scavare all’interno di una cisterna del ‘600, adiacente alla Galleria Borbonica, cercando il passaggio verso il ricovero bellico del Palazzo Serra di Cassano, utilizzato per diverso tempo anche dall’ex Presidente delle Repubblica Giorgio Napolitano; dopo diversi mesi, il passaggio emerse dai detriti consentendo di entrare in una serie di ambienti di epoche diverse, su più livelli collegati da bellissime scale.

Così, da oggi, i turisti potranno raggiungere il sottosuolo utilizzando la scala rinascimentale, ampliata in epoca bellica, che collegava il palazzo con i suoi ambienti sotterranei. La scala è costituita da 115 gradini che consentono di raggiungere rapidamente la profondità di 23 m dal piano campagna.

Tra i suggestivi ambienti scavati nel tufo, adibiti prima a cave da cui estrarre il materiale da costruzione a partire dal ‘500, poi a cisterne per la raccolta di acqua nel ‘700 ed, infine, a rifugio antiaereo durante la seconda guerra mondiale, si verrà guidati, percorrendo gallerie e scale di pregevole fattura, in un percorso straordinario che solo la multiforme storia di questa nostra città può offrire.

Il percorso si arricchisce inoltre con la visita al Palazzo Serra di Cassano con il suo cortile ottagonale e la scala realizzata dal Sanfelice.

Per l’occasione è stato presentato l’accordo realizzato tra il Complesso di San Lorenzo Maggiore e la Galleria Borbonica; per la prima volta due realtà sotterranee si uniscono con l’obiettivo di far conoscere il sottosuolo di Napoli con un viaggio ideale nel tempo che va dal V sec a.c., con la Neapolis Sotterrata, alla fine dell’800 con la Galleria Borbonica.

L’accordo prevede l’offerta di un biglietto cumulativo che costerà 15 euro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest