De Luca assolto in appello, cade lo spettro della sospensione

Assolto perché il fatto non sussiste

NAPOLI – Assolto “perché il fatto non sussiste”. Ribaltata la condanna di Vincenzo De Luca nel processo d’appello, in cui il governatore era imputato per la nomina di un project manager per la costruzione dell’inceneritore di Salerno. In primo grado era stato condannato a un anno, pena sospesa, condanna che aveva determinato nei confronti di De Luca la sospensione dall’incarico di presidente della Giunta regionale per effetto della Legge Severino, provvedimento poi sospeso dal tribunale.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest