Raffaele Esposito accusato di detenzione illegale di armi e ricettazione

NAPOLI – I militari dell’arma hanno perquisito l’abitazione dell’uomo rinvenendo nascoste in buco nel muro di una delle pareti della cucina, coperto da una cassetta per appendere le chiavi, una pistola calibro 9 con 7 cartucce nel caricatore e 5 cartucce sfuse. Inoltre in casa sono stati trovati 33mila euro in denaro contante divisi in varie mazzette e 10 preziosi orologi di marca Rolex, Graham, Cartier e Iwc, per i quali il 49enne non è stato in grado di giustificare provenienza e motivi del possesso.  A Napoli i carabinieri del nucleo operativo della compagnia Stella hanno arrestato Raffaele Esposito, residente al Vico Guardia, già noto alle forze dell’ordine e ritenuto vicino al clan Contini. Esposito è accusato di detenzione illegale di armi e ricettazione
Tutto il materiale è stato sequestrato e la pistola sarà inviata al Racis di roma per accertamenti balistici al fine di accertare il suo eventuale impiego in fatti di sangue o intimidazione.
L’arrestato è stato tradotto nella casa circondariale di Poggioreale.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest