Ministero ambiente, via al portale Creiamo Pa

Il nuovo sito è la “centrale operativa” di oltre mille iniziative pianificate in tutta Italia per favorire l’integrazione della sostenibilità ambientale nella Pubblica amministrazione

Una nuova Pubblica amministrazione per un cambiamento sostenibile, attraverso l’offerta di percorsi integrati per rafforzare le competenze tecniche e le capacità operative delle amministrazioni pubbliche, regionali e locali, e di altri enti e soggetti con competenze ambientali, quali Autorità ambientali, Autorità di distretto ed Enti Parco. Questo è il progetto CReIAMO PA “Competenze e Reti per l’Integrazione e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA”, realizzato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e cofinanziato con fondi comunitari nell’ambito del Pon Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020. Nove Linee di intervento tematiche, due a carattere trasversale, più di 1.000 iniziative pianificate, di cui 150 già realizzate; 45 enti coinvolti, oltre 4.200 partecipanti, risorse complessive di 40,5 milioni di euro (40.499.940 euro) da settembre 2017 a giugno 2023. La strategia di intervento si sviluppa attraverso un mix di metodi e strumenti differenti e favorendo la diffusione di buone pratiche quali patrimonio comune per migliorare le capacità di gestione di complessi processi di programmazione, progettazione e implementazione di Piani, interventi e opere di carattere ambientale.

Il portale web di CReIAMO PA (https://creiamopa.minambiente.it/) con un concept chiaro e diretto e una grafica essenziale e lineare, consente di offrire al progetto ampia visibilità e un’immagine omogenea e riconoscibile, valorizzando le numerose iniziative e di approfondire le tematiche ambientali al centro delle linee di intervento.

Il portale, caratterizzato da una notevole usability, è articolato in sei voci di menù che consentono di conoscere e approfondire gli obiettivi del Progetto e le attività delle nove Linee di intervento in cui è strutturato: dagli “Acquisti verdi” – all’ “Economia circolare”, dalla “Qualità dell’aria” – ai “Cambiamenti climatici”, dalle “Risorse idriche” – alla  “Mobilità sostenibile”, dall'”Agenda 2030″ – alla “Strategia per la salvaguardia dell’ambiente marino” fino alle “Valutazioni ambientali e di incidenza”.

L’Area Comunicazione è costantemente aggiornata con le ultime News e l’Agenda degli eventi, organizzati in base alle nove Linee di intervento; è consultabile in modo semplice grazie alle funzionalità di un motore di ricerca ad hoc. Nell’Area Documentazione è inoltre possibile scaricare tutti i materiali prodotti nel corso delle attività del progetto, recentemente arricchita con la sottosezione “Toolkit” destinata ad ospitare per ciascuna Linea/WP il materiale realizzato (manuali, linee guida, report, etc.) a supporto delle amministrazioni pubbliche e degli stakeholder.

Particolarmente innovativa la sezione Formazione, con un’area Fad accessibile previa registrazione, che prevede la possibilità di fruire di percorsi integrati di apprendimento su strumenti e metodi per l’applicazione dei Criteri Ambientali Minimi (Cam) negli appalti. L’attività di formazione ed affiancamento prevista dalle singole Linee di intervento, in particolare, mira a produrre un cambiamento in termini di capacità della PA di far proprio e integrare, in modo capillare e duraturo, il principio di sostenibilità ambientale nelle politiche pubbliche, superando logiche legate a singoli settori/temi.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest