Napoli, calciatore 21enne ucciso a Miano: omicida confessa

Raffaele Perinelli accoltellato a morte da un 26enne incensurato, che si è poi costituito dai carabinieri: sostiene di aver litigato con la vittima una settimana fa

Sangue a Napoli nella serata di ieri. Un 21enne calciatore è stato ucciso con una coltellata al torace. Il giovane, Raffaele Perinelli, residente nel quartiere Miano, è stato portato all’ospedale Cardarelli da uno sconosciuto, che è fuggito prima di farsi identificare, ed è deceduto poco dopo. Il fatto è avvenuto intorno alle 21. Circa due ore dopo, un 26enne, incensurato, si è recato nella caserma dei Carabinieri di Casoria e ha confessato di aver ferito Perinelli con la coltellata poi risultata fatale. Assistito dall’avvocato Rocco Maria Spina, il giovane ha spiegato di aver avuto con la vittima un litigio circa una settimana fa. Indagano i Carabinieri.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest