De Magistris contro Il Mattino: “Non esiste affittopoli, c’è chi ha la titolite”

Il sindaco: “Non siamo come Roma. Abusivismo e violazioni di norme le abbiamo trovate. I canoni bassi in zone di pregio si spiegano con assegnazioni a fasce povere: un luogo bello non appartiene solo ai ricchi”

“A Napoli non c’è alcuna affittopoli. Napoli è una cosa, Roma un’altra”. Il sindaco de Magistris commenta così l’inchiesta del quotidiano Il Mattino, che strilla sul presunto scandalo dei canoni iper agevolati di alloggi comunali. ”Affittopoli, abusivismo e violazione di norme – dice de Magistris, a margine dell’inaugurazione di un polo agroalimentare – c’erano, ci sono state e le abbiamo trovate. Noi  stiamo portando avanti un lavoro enorme, lungo e difficile che ci consente di affermare che non esiste affittopoli e di avere un quadro chiaro grazie al quale si stanno mettendo a norma tutte le situazioni”. Sui canoni di locazione molto bassi in zone di pregio, de Magistris sottolinea che ”alcune situazioni apparentemente possono sembrare anomale, ma quando si vanno a scandagliare non lo sono perché il prezzo popolare è giustificato dal fatto che le abitazioni sono affidate esclusivamente a fasce povere. Un luogo bello non appartiene solo ai ricchi”.  Il sindaco evoca anche il contenzioso con l’immobiliarista Romeo: ”La prima anomalia era data dal fatto che la gestione del patrimonio immobiliare di proprietà dell’ amministrazione era gestita da un soggetto terzo”. Il Comune ha internalizzato il servizio, affidandolo alla Napoli Servizi. Il Comune sta ”operando dei distinguo tra edilizia popolare, stato di necessità, associazioni culturali che – afferma de Magistris – non fanno uso privatistico del bene pubblico, ma un uso sociale corretto’. Un’operazione verità che è quasi al termine e che tra qualche giorno sarà messa nero su bianco in una delibera di Giunta che riepilogherà il lavoro svolto e fotograferà lo stato attuale”. Il primo cittadino rivendica la ”trasparenza” con cui la sua amministrazione opera sul fronte casa ricordando le azioni messe in campo dalla Napoli Servizi per ”invitare le persone a mettersi in regola con i pagamenti e a pagare al Comune invece che al camorrista di zona o al politicante di turno” e l’assegnazione dei nuovi alloggi di edilizia popolare a cui si sta procedendo al rione De Gasperi a Ponticelli a cui seguiranno tra pochi giorni quelle a Scampia.

(Video Ufficio Stampa Comune di Napoli)

 

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest