Campo rom Ponticelli, uomo ucciso durante rissa

Il 37enne romeno è stato aggredito e colpito al cranio con oggetti contundenti, morendo sul posto

Secondo quanto riferito dai carabinieri, che indagano sul fatto, l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, a seguito di un’animata discussione con alcuni connazionali, è stato aggredito e colpito al cranio con oggetti contundenti, morendo sul posto. Un romeno di 37 anni, Lucian Memet, è morto accoltellato in una rissa avvenuta nella notte nel campo rom di via Virginia Wolf, nel quartiere di Ponticelli a Napoli, dove era domiciliato. Secondo quanto si è appreso, l’uomo è stato aggredito e colpito da altre tre persone di etnia rom, poi datesi alla fuga. La salma è stata sequestrata e il pm di turno ha disposto l’autopsia. Sul corpo dell’uomo ferite alla schiena ed al capo. Nel corso della rissa altri due rom, di 36 e 18 anni sono rimasti lievemente feriti e soccorsi sul posto da personale del 118. Durante il sopralluogo dei carabinieri del nucleo investigativo di Napoli è stato trovato e sequestrato un coltello da cucina con tracce di sangue. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri di Poggioreale.

 

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest