Primarie Pd, Salerno blindata: boom di seggi nel feudo di De Luca

Nel voto di domenica il governatore campano sostiene Martina, avanti nei circoli

L’obiettivo del Pd alle primarie di domenica 3 marzo è raggiungere un milione di votanti, e una mano generosa vuol darla la Salerno del governatore campano. Dei 569 seggi presenti in Campania, 34 sono previsti a Napoli e 16 nella città feudo di De Luca. Salerno ha quindi quasi la metà dei seggi napoletani, nonostante una popolazione 8 volte inferiore: sono i miracoli di De Luca. Il quadro è completato da Avellino (5 seggi) e Benevento (2 seggi). Non ancora disponibile il dato di Caserta. Nelle 5 province sono allertati circa 2mila volontari, tra presidenti e scrutatori. L’attenzione è puntata proprio su Salerno, già decisiva durante il voto dei circoli per Maurizio Martina (64% in città). Il segretario uscente è, ovviamente, il candidato di De Luca.  In Campania è Nicola Zingaretti a inseguire (35,9%), mentre a Giachetti sinora va il 7,1%. Senza storia anche il voto per la segreteria regionale, dove avanza il candidato deluchiano Leo Annunziata, sindaco di Poggiomarino (60,1%), seguito dal 23,6% di Umberto Del Basso De Caro e il 16,2% di Armida Filippelli. 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest