La Scozia vuole bloccare Brexit. Petizione nuovo referendum, 3 milioni di firme

Il Parlamento di Edimburgo potrebbe cercare tramite un voto dell’assemblea di fermare l’uscita del Regno Unito dall’Ue

E’ una secessione dal Brexit. Il terremoto del referendum britannico mette in moto il Parlamento cozzesem che potrebbe cercare di bloccare l’uscita dall’Ue con un voto dell’assemblea. L’ipotesi è lanciata dal primo ministro di Edimburgo, Nicola Sturgeon, senza precisare su quali basi legali questo potrebbe avvenire. Secondo la leader scozzese sarebbe giusto concedere al Parlamento di Edimburgo “il diritto di esprimere il suo consenso” alla Brexit, che lei sostiene possa essere vincolante.

“Il Regno Unito del 2014 – sostiene Nicola Sturgeon – non esiste più”. Il primo ministro scozzese però nn prefigura un altra consultazione popolare sulla autodeterminazione della Scozia, dopo quello vinto nel 2014 dagli unionisti. “L’indipendenza  – aggiunge Sturgeon – non è il mio primo obiettivo bensì la difesa degli interessi della Scozia”.

Secondo un sondaggio pubblicato dal Sunday Times, La maggioranza degli scozzesi è in favore dell’indipendenza dal Regno Unito dopo il referendum sulla Brexit. Il 52% chiede di separarsi da Londra, contro il 48% che è contro.

 

PRESSING DELL’UE, MA CAMERON NON ATTIVERA’ LE PROCEDURE D’USCITA – Il premier dimissionario britannico Cameron non intende attivare l’articolo 50 al vertice di martedì a Bruxelles, preferendo lasciare l’incombenza al successore. Tuttavia il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker continua a considerare necessaria un’uscita immediata della Gran Bretagna e venerdì ha chiamato direttamente il primo ministro per chiedergli di attivare immediatamente le procedure. Lo riferisce il Guardian citando fonti europee. “La decisione del popolo britannico è stata chiara, e l’unica cosa logica adesso è rispettare la sua volontà il più presto possibile”, avrebbe detto Juncker a Cameron.

LA PETIZIONE SUL NUOVO BREXIT – La petizione lanciata sul sito del parlamento inglese per chiedere un nuovo referendum sulla Brexit ha raccolto oltre tre milioni di firme. I firmatari chiedono la promulgazione di una nuova legge che consenta la ripetizione del referendum in caso di un risultato del Leave o del Remain inferiore al 60%. E che abbia come condizione minima un’affluenza alle urne non inferiore al 75%.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest