La rivincita di Sarri: “Ci chiamano incompiuta, ma nel girone di ritorno siamo pari con la Juve”

Il tecnico del Napoli: “Avere terminato la partita con un solo gol di vantaggio è uno dei pochi aspetti negativi, perché dovevamo chiuderla prima. Con squadre come l’Inter non puoi rischiare di distrarti, ma la prova difensiva della squadra è stata di buon livello”

“Ci hanno definito una squadra incompiuta, ma nel girone di ritorno abbiamo fatto gli stessi punti della Juventus: direi che tanto incompiuti non siamo”. E’ in vena di chiarimenti Sarri. Il successo a San Siro con l’Inter – il secondo dopo quello con il Milan – rilancia la sfida alla Roma per il secondo posto. “Io non ho mai fatto tabelle – dichiara a Premium Sport -: la situazione è in mano agli avversari, perché se le vincono tutte noi non abbiamo possibilità”. “Qualche punto in maniera stupida – aggiunge – l’abbiamo buttato, ma la capacità di fare meno errori possibile è una qualità e forse in questa qualità siamo ancora migliorabili”. Della gara con i nerazzurri, Sarri esamina i pro e i contro. “Avere terminato la partita con un solo gol di vantaggio è uno dei pochi aspetti negativi, perché dovevamo chiuderla prima. Con squadre come l’Inter non puoi rischiare di distrarti, ma la prova difensiva della squadra è stata di buon livello”. Infine, l’ultima precisazione è sulla situazione contrattuale: “Ho solo detto che dirò di essere contento il 30 di agosto, non ho detto che voglio andarmene via”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest