Eboli è pronta per “La notte dello Scorzamauriello”

Giunge alla XI edizione la festa di “Ognissanti” tutta ebolitana

Presentata questa mattina, al Comune di Eboli, la XI edizione de La Notte dello Scorzamauriello, kermesse ispirata alla figura del folletto magico e dispettoso della leggenda popolare ebolitana, icona identitaria locale ma ricorrente, con altre denominazioni, in tutto il folclore meridionale. La festa avrà inizio il 28 ottobre per concludersi l’8 novembre. Per l’undicesimo anno consecutivo, ad Eboli, Halloween lascia il posto ad una “Ognissanti” dal sapore nostrano, all’insegna dell’arte e del gusto, che riscopre la tradizione e supera le influenze modaiole d’oltreoceano. Ad organizzare anche questa edizione 2018 de La Notte dello Scorzamauriello è l’associazione Le Tavole del Borgo, composta dagli storici ristoratori del centro antico, in collaborazione con il Comune di Eboli, con il sostegno di Tecnoscuola, main sponsor dell’evento ed il supporto de Le Case del Borgantico, hospitality partner. Un vero e proprio cartellone di eventi, tra spettacolo, enogastronomia e cinema, capace di coinvolgere grandi e piccini, per una edizione che porta con sé rinnovate conferme e attese novità. L’inizio come detto è per domenica 28 ottobre, alle ore 17.30 presso il teatro comunale “Salita Ripa” con “Il Teatrino Scorzamauriello”, un pomeriggio interamente dedicato ai bambini. Ad animare l’appuntamento, l’imperdibile spettacolo, ad ingresso gratuito, del Teatro Nazionale dei Burattini Ferraiolo. Si prosegue, poi, nelle serate del 31 ottobre e del 1 novembre con le consuete ed attese cene spettacolo all’interno dei ristoranti de Le Tavole del Borgo, Il Panigaccio, Vico Rua, Piazzetta Santa Sofia e PortaDogana. Gli intermezzi musico- teatrali saranno a cura di Luca & Giò, esilarante duo comico emergente: della Compagnia di Teatro del Bianconiglio. L’ 8 novembre, infine, la XI edizione chiude in bellezza con la proiezione in prima assoluta del docufilm intitolato “Scorzamauriello: tra mito e leggenda”, prodotto da Le Tavole del Borgo, scritto e diretto dal regista ebolitano Luca Guardabascio. Il folletto dispettoso della tradizione e il suo caratteristico cappuccio bicolore, metà nero e metà rosso a simboleggiare il bene e il male, approdano al grande schermo, insieme a tanti ebolitani e ad attori ed artisti di livello nazionale come Claudio Madia e Eugenio Bennato.  La proiezione è fissata per le 20.30, presso il Cinema Teatro Italia di via Umberto Nobile, e sarà preceduta da un matinèe riservato alle scuole.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest