Piano di ristrutturazione Carrefour, chiudono 8 punti vendita: 650 licenziamenti, 100 in Campania

Le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIltucs hanno proclamato lo stato di agitazione e l’astensione dal lavoro da effettuarsi il 27 e 28 gennaio prossimi

La multinazionale francesce Carrefour avvia in Italia un piano di ristrutturazione che prevede 650 licenziamenti e la chiusura di 8 punti vendita. Cento i licenziamenti in Campania.  Un’altra delicata vertenza  che determinerà devastazioni sociali per centinaia di famiglie di lavoratori.  L’apertura 24 ore su 24 dei centri commerciali e dei supermercati non ha funzionato. I risultati sono stati scarsi. Le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIltucs hanno proclamato lo stato di agitazione e l’astensione dal lavoro da effettuarsi il 27 e 28 gennaio prossimi. L’azienda ha annunciato una massiccia riorganizzazione legittimando un grave peggioramento delle condizioni di lavoro per i dipendenti.

Ciro Crescentini

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest