Torre del Greco, condannato il sindaco Borriello: non scatterà la sospensione

La sentenza  d’appello ribalta in parte l’assoluzione in primo grado: il primo cittadino di nuovo assolto per l’accusa di abuso d’ufficio, ma riconosciuto colpevole per la soppressione di atti

La sentenza d’appello ribalta in parte l’assoluzione in primo grado. Condannato ad un anno il sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, ma per lui non scatterà la sospensione prevista dalla legge Severino. Il primo cittadino era imputato per abuso d’ufficio, accusa dalla quale è stato ancora assolto, e soppressione di atti, reato per cui è stato riconosciuto colpevole ma non contemplato dalla legge Severino. Il processo è stato originato dalla vicenda di alcune vetrine di esercizi commerciali.

(Foto Ciro Borriello/Fb)

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest