Il duplice omicidio in via dei Greci a Fratte

SALERNO –  Le vittime sono Angelo Rinaldi e Antonio Procida, salernitani con vari precedenti penali. Sangue in strada a Salerno. Due uomini sono freddati in via dei Greci, nella zona di Fratte, alla periferia della città. Sul luogo dell’agguato polizia e carabinieri, con il pm Vincenzo Montemurro. Secondo una prima ricostruzione, i due sarebbero stati colpiti alle spalle mentre risalivano su via Magna Grecia a bordo di uno scooter.

LE INDAGINI – Gli inquirenti indagano per ricostruire la dinamica e il movente del duplice omicidio. Le vittime avevano precedenti per droga, ma che non risultano legati alla criminalità organizzata. Sono stati uccisi con numerosi colpi sparati probabilmente da una pistola a tamburo da sicari a bordo di uno scooter. Antonio Procida, 43 anni, era titolare di un bar a Fratte. Angelo Rinaldi era un amico 40enne. Entrambi sposati e con figli. Sul fatto indaga il pm della Dda di Salerno, Vincenzo Montemurro. Sul posto per gli accertamenti e i primi rilievi sono giunti gli agenti della Squadra Mobile e i Carabinieri. Secondo una prima ricostruzione, le due vittime erano attese in viale Magna Grecia. I sicari erano già in zona quando Rinaldi e Procida sono giunti in sella a uno scooter. Poi la pioggia di piombo sugli obiettivi dei killer. A Procida è stato fatale un proiettile al cuore. Sul luogo dell’agguato non sono stati rinvenuti bossoli. Procida, ? stata uccisa con un colpo al cuore. Le indagini procedono senza trascurare alcuna pista. Si sta provando a ricostruire le ultime ore dei due pregiudicati che in mattinata avrebbero avuto un litigio con altre persone del posto per motivi non chiari.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest