Dipendente di Napoli Servizi in coma: l’azienda ha avviato una indagine interna

L’area dove è avvenuto l’incidente è stata sequestrata dalla Procura della Repubblica

In relazione all’incidente avvenuto sabato scorso a Gennaro Canzanella, 58 anni operaio della Napoli Servizi, la Società si dichiara innanzitutto “dispiaciuta ed è vicina alla famiglia del dipendente con la quale è in contatto sin dalle prime ore dell’incidente”.


In merito alle prime informazioni diffuse, la Società, si legge in una nota “sta verificando che le stesse non siano corrette in quanto appare ormai assodata l’ipotesi che l’incidente sia avvenuto al di fuori dei luoghi deputati al regolare svolgimento del servizio”.


Per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti l’Azienda ha avviato “una indagine interna per offrire anche pieno supporto alle attività svolte dalle Autorità preposte alle indagini. Resta la piena disponibilità dell’Azienda e vicinanza con i congiunti dell’operaio, immediatamente raggiunti in ospedale al verificarsi dell’evento, e auspica una repentina ripresa dello stato di salute del proprio dipendente“.

Sulla vicenda indaga la Procura della Repubblica di Napoli, che ha delegato ai carabinieri dell’ispettorato del lavoro ad acquisire tutte le informazioni utili. L’area dove è avvenuto l’incidente è stata sequestrata. Sequestrato anche il furgone di servizio della Napoli Servizi.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest