Comunali, flop M5S: fuori dai principali ballottaggi. Orlando rivince a Palermo

A Genova, Taranto e Catanzaro avanti il centrodestra, a l’Aquila il centrosinistra, a Parma l’uscente Pizzarotti

Comunali, le proiezioni confermano i dati degli exit poll: il M5S è fuori dai ballottaggi nelle grandi e medie città. A Genova, la città di Beppe Grillo, vanno al ballottaggio i candidati del centrodestra, Marco Bucci 37%, e del centrosinistra, Gianni Crivello 31%. A Parma, il sindaco uscente Federico Pizzarotti (Liste civiche) è al 37% e se la vedrà al secondo turno con Paolo Scarpa del centrosinistra al 29%.

A Catanzaro il candidato sindaco Sergio Abramo (centrodestra) è al 39%, Vincenzo Ciconte (centrosinistra) al 29%. A Palermo il sindaco uscente, Leoluca Orlando, è al 45%, conquistando la vittoria al primo turno (nel capoluogo siciliano bastava il 40%), mentre Fabrizio Ferrandelli (centrodestra) si ferma al 30-34%.

A Verona la candidata sindaca Orietta Salemi (centrosinistra) è al 22% e lotta per il ballottaggio con Patrizia Bisinella (Fare), mentre Federico Sboarina (centrodestra) è al 28%.

A Taranto in vantaggio Stefania Baldassarri (centrodestra) al 24%, mentre Rinaldo Melucci (centrosinistra) è al 17%. A L’Aquila al ballottaggio vanno Americo Di Benedetto (centrosinistra) 45% e Pieluigi Biondi (centrodestra) 37%.

A Padova in vantaggio Massimo Bitonci (centrodestra) al 37%, mentre si contendono il ruolo di sfidante aSergio Giordani (centrosinistra) 27% e Arturo Lorenzoni (Liste civiche) 24%. Infine il dato finale dell’affluenza: 60,07%.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest