La terapia del sorriso a Villa Giovanna

Struttura di eccellenza

ll primo venerdì del mese di ottobre si festeggia la Giornata Mondiale del Sorriso. Una giornata che invita a far sorridere almeno una persona. Conosciuta nel mondo World Smile Day fu celebrata per la prima volta nel 1999.  A voler dedicare un giorno dell’anno al sorriso è stato Harvey Ball, creatore non a caso dello “smile”, l’icone gialla con la faccina tonda sorridente che impazza nei messaggi delle chat. Un sorriso stimola l’emotività, la capacità di socializzare e aiuta a rilassarsi. La terapia del sorriso aiuta i pazienti affetti da patologie degenerative. E la terapia del sorriso è utilizzata a Villa Giovanna, una casa di cura sita nella provincia di Caserta, centro d’eccellenza per la cura delle patologie croniche e degenerative.

Accoglie i suoi pazienti con la stessa cura e la stessa dedizione di una famiglia. Si trova nel comune di Tora e Piccilli in provincia di Caserta, immersa nel verde e lontana dal traffico e dai rumori della città. La casa di cura nasce per iniziativa della proprietà della Casa di Cura Sant’ Anna di Cassino, punto di riferimento della sanità del basso Lazio ed alto casertano fin dal dopoguerra. Villa Giovanna ospita un centro residenziale per le cure palliative(hospice), una speciale unità di accoglienza per gli stati vegetativi e di minima coscienza (Suap).

Una residenza sanitaria per anziani non autosufficienti (Rsa), un centro di nefrologia e dialisi, una casa albergo per anziani autosufficienti, un centro diurno integrato per demenze (Cdi). Afferiscono altresì alla casa di cura Villa Giovanna un servizio di case alloggio per disagio psichico, un laboratorio analisi cliniche sito in Pietramelara e Roccamonfina oltre al servizio di assistenza domiciliare integrata (Adi)


Cura di eccellenza e di umanità garantita dalla qualità e dalla professionalità del personale. Medici, infermieri, operatori socio sanitari, ciascuno nel proprio ruolo mostrano competenza e gentilezza. Qualità appropriate in un contesto così delicato, aspetti percepiti direttamente da pazienti e parenti. Un riconoscimento per le attività lavorative di persone che operano e si misurano con carichi emotivi e umani spesso assai duri, fronteggiandoli però con dolci sorrisi. 

CiCre

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest