Caserta, nella Reggia apre la Scuola di Restauro

 

Un polo pubblico per formare restauratori artistici

Giovedì 30 novembre  sarà aperta una Scuola di restauro nella Reggia di Caserta, una una sede secondaria della Accademia di belle arti di Napoli. L’importante polo formativo nel settore del restauro di manufatti artistici sottoposti a vincolo di tutela sarà unicato presso la villa settecentesca detta “Casa del Giardiniere”, sita nel Giardino inglese.

L’affidamento in concessione della villa prevede la realizzazione di laboratori e sale dedicate agli ambiti formativi che l’Accademia di belle arti implementerà al fine di aumentare la propria offerta formativa.

Questo, come tanti altri progetti dell’Accademia di belle arti di Napoli nasce in uno spirito di condivisione e intorno all’idea che sia necessario sviluppare tutte le possibili occasioni di formazione e di dialogo, per costruire alte professionalità, capaci di generare innovazioni di prodotto e di processo, agendo da volano per lo sviluppo economico e sociale del territorio. L’iniziativa è stata promossa grazie alla collaborazione dell’Associazione Restauratori Napoletani(Aren), il Ministero dei Beni Culturali.

Spazi rimessi a nuovo almeno 15 anni fa e mai utilizzati, saranno messi  a disposizione gratuitamente per dieci anni per formare collaboratori restauratori. In cambio l’Accademia non solo porterà i propri allievi a frequentare il palazzo, ma realizzerà interventi di restauro sul patrimonio storico- artistico dell’appartamento storico”.

In Campania si apre una fase nuova.  C’è molto da fare e l’Accademia, assieme alla Reggia di Caserta, si candida a divenire punto di riferimento regionale.

 

                                                                                                                                                 Ciro Crescentini

 

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest

Lascia il tuo commento