60 partecipanti al corso di formazione per guide in grotta

Gli iscritti hanno avuto modo approfondire i temi scientifici e di confrontarsi con i colleghi di altre realtà

60 partecipanti di 7 grotte associate (Pertosa – Auletta, Castellana, Frasassi, Gigante, Torri di Slivia, Onferno, Vento) hanno partecipato al XII corso di formazione per gli operatori e le guide in grotta. Grande entusiasmo delle guide che hanno modo di approfondire i temi scientifici, ma anche di confrontarsi con i colleghi di altre realtà.
Grande soddisfazione dei gestori, dell’associazione e della società speleologica italiana.  Il corso ha avuto l’obiettivo di approfondire varie tematiche legate al mondo ipogeo ed alla sua fruizione, alla comunicazione dello stesso in maniera scientifica ed emozionante, così da trasmettere ai visitatori l’importanza della conoscenza e della salvaguardia degli ambienti sotterranei. Rivolto principalmente alle guide, principali interpreti dello spettacolo della grotta turistica, il corso ha fornito gli indispensabili strumenti per rappresentare al meglio il “copione” fatto di informazioni, storia e suggestioni. Per la prima volta la visita alla grotta ha preceduto il momento di riflessione e ha previsto il coinvolgimento diretto delle guide con gruppi di 4 – 5 unità che durante la visita, hanno osservato i fenomeni con occhio nuovo e curioso, prendendo appunti, scattando fotografie e raccogliendo materiale biologico. Tale approccio ha supportato la corretta comunicazione da parte delle guide che non significa soltanto trasmettere informazioni corrette, ma significa anche fare da ponte tra l’ambiente sotterraneo ed il turista, anche in situazioni problematiche. Oltre a ripercorrere la storia della speleologia, infatti, si sono toccati temi legati agli aspetti della sicurezza.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest