Guida Michelin, Vissani perde una stella e si infuria – L’angolo sticazzi

Orribile sfregio all’arte culinaria

Orribile sfregio all’arte culinaria: lo chef Gianfranco Vissani perde una stella nella Guida Michelin 2020, “bibbia” dell’enogastronomia. “La Michelin è una vergogna italiana” dice Vissani, prendendola bene. La Guida ha mutilato di una delle due stelle il suo ristorante “Casa Vissani” di Baschi, in provincia di Terni. “Ma a questo punto ce le potevano togliere entrambe , no?” sostiene lo chef, sfidando la sorte. “La Michelin è una vergogna italiana, un discorso solo commerciale – ripete serafico Vissani al Corriere della sera-. Guardi, aveva ragione Gualtiero Marchesi: ma da chi siamo giudicati? Per loro è un gioco, per noi no. Bisognerebbe chiedersi chi è in grado di giudicare un ristorante oggi. Io dico solo che il mio è pieno e funziona, mi basta questo”. Nell’annunciare la ferale notizia, il Fatto Quotidiano ricorda che Vissani “nella sua carriera è stato il cuoco di riferimento di politici come Massimo D’Alema”. E quindi si può consolare: ha perso molti più voti Max che stelle lui.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest