Avesseme Furtuna, Marilù canta le storie popolari

Domani al Pan di Napoli il debutto dell’artista che firma il progetto insieme all’arrangiatore Antonio Di Francia

Il progetto, firmato insieme ad Antonio Di Francia (arrangiatore e compositore dei Solist String Quartet, che vanta collaborazioni con Noa e Eugenio Bennato), propone in undici brani storie popolari che trasudano vita, in cui si mescolano sacro e profano. Marilù debutterà domani, 3 febbraio, con “Avesseme Furtuna”, suo primo lavoro discografico, prodotto dall’etichetta SoundFly, al Pan (Palazzo delle Arti Napoli – via Dei Mille, 60) alle 18. Echi antichi abbracciano un mood fresco e innovativo proprio come l’anima e la voce di Marilù, che così ama esprimersi da sempre, fedele alla tradizione seppur sperimentando. Il lavoro è stato impreziosito da alcune collaorazioni, come la featuring con Enzo Gragnaniello, per il brano inedito che da il titolo all’album, e quella con Gianni Lamagna (NCCP). Modererà l’incontro il giornalista Ciro De Rosa, direttore di Blogfoolk, e seguirà un live in cui accanto a Marilù Poledro (voce e tammorra), suoneranno Antonio Di Francia (chitarra), Corrado Calignano (basso) Franco Perreca (fiati) e Gabriele Borrelli (percussioni).

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest

Lascia il tuo commento