Navigator campani, nuovo no di De Luca: l’accordo torna a rischio

Il governatore rifiuterebbe di approvare delibera per l’intesa con l’Anpal: vincitori di selezione ancora senza contratto, l’ira di Parisi

Vertenza navigator campani, nuovo colpo di scena: stop all’accordo Regione-Anpal, per la contrattualizzazione dei 471 vincitori di selezione. Secondo alcune fonti, la frenata risale a martedì, quando ormai l’intesa pareva perfezionata. Invece, all’ultimo, il governatore De Luca si sarebbe rifiutato di approvare una delibera di giunta, per recepire l’accordo istituzionale. Il nodo sarebbe proprio la richiesta di Anpal: un passaggio in giunta, per formalizzare il via libera. All’agenzia nazionale sarebbero furenti per l’ennesimo intoppo. L’ultimo capitolo di un’estenuante trattativa, la cui svolta sembrava siglata il 17 ottobre, data del vertice tra De Luca e il presidente dell’Anpal, Mimmo Parisi. “Un dietrofront su un pacchetto chiuso che non si riesce a capire- afferma una fonte Anpal -, l’intesa era stata limata con il vicepresidente Bonavitacola”. La soluzione individuava nei comuni volontari la sede dei navigator, autorizzati ad accedere ai database dei centri per l’impiego. Un passaggio necessario, per l’assistenza tecnica ai percettori del reddito di cittadinanza. Ma ora il futuro torna a rischio. Intanto, De Luca è convocato il 12 novembre dal difensore civico regionale, per l’esame congiunto, tappa prevista dal ricorso di alcuni navigator. Ma anche qui, la risposta del governatore resta un rebus.

Gianmaria Roberti

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest