Addio Paolo Villaggio, il mito Fantozzi

L’attore aveva 84 anni e soffriva da tempo di diabete, e negli ultimi mesi aveva avuto anche diversi problemi respiratori. Resterà immortale la figura del ragioniere

Grave lutto nel mondo del cinema: è morto a Roma Paolo Villaggio. L’attore aveva 84 anni. Ad annunciarlo la figlia Elisabetta su Facebook dove, su una foto del padre giovanissimo, scrive: “Ciao papà ora sei di nuovo libero di volare”.  L’attore è deceduto alla clinica Paideia di Roma, dove era ricoverato da diversi giorni. Villaggio soffriva da tempo di diabete, e negli ultimi mesi aveva avuto anche diversi problemi respiratori, che per settimane lo avevano costretto al ricovero ospedaliero. Qualche giorno fa, all’aggravarsi delle sue condizioni, il trasferimento in clinica.

Geniale interprete televisivo e cinematografico di personaggi legati a una comicità paradossale e grottesca, come il professor Kranz e Giandomenico Fracchia, divenne famoso per la creazione prima letteraria e poi cinematografica del ragionier Ugo Fantozzi, protagonista di dieci celebri pellicole. Alla mitica figura del ragioniere Villaggio dedicò anche alcuni libri di carattere satirico. Ma ha recitato in parti più drammatiche, partecipando a film di registi come Federico Fellini, Marco Ferreri, Lina Wertmuller, Ermanno Olmi e Mario Monicelli. Nel 1992, in occasione della 49esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, ricevette il Leone d’oro alla carriera. Nell’agosto del 2000 gli fu assegnato al Festival del cinema di Locarno il Pardo d’onore alla carriera.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest

Lascia il tuo commento