Addio Fabrizio Frizzi, il volto Rai più amato

Il popolare conduttore scomparso a 60 anni per emorragia cerebrale. A ottobre i primi sintomi del male, dopo un’ischemia. Vastissimo cordoglio del pubblico e nel mondo dello spettacolo. Domani la camera ardente in viale Mazzini, mercoledì l’ultimo saluto

Lutto per televisione: Fabrizio Frizzi è morto nella notte all’ospedale Sant’Andrea di Roma, in seguito ad una emorragia cerebrale. A dare l’annuncio una nota firmata dalla moglie Carlotta, dal fratello Fabio e dai familiari: “Grazie Fabrizio per tutto l’amore che ci hai donato”. La perdita è gravissima anche per la Rai, di cui il conduttore era un volto dal 1980. “Con Fabrizio se ne va un pezzo di noi, della nostra storia, del nostro quotidiano” afferma l’azienda di Stato. Frizzi, 60 anni compiuti a febbraio, aveva accusato un’ischemia lo scorso 23 ottobre, nel corso della registrazione della trasmissione ‘L’Eredita”. Erano i primi sintomi del male che lo ha portato alla morte. Ma lui era tornato a condurre il programma dopo due mesi, e anche oggi, alle 18 e 45, sarebbe dovuto andare in video. Lascia la moglie Carlotta Mantovan, ex concorrente conosciuta durante una delle 18 edizioni di Miss Italia da lui condotte, e la piccola figlia Stella. D’accordo con la famiglia, la camera ardente sarà allestita domani, 27 marzo, nella sede Rai in viale Mazzini, aperta al pubblico dalle 10 alle 18. I funerali si terranno mercoledì 28 marzo alle 12 nella chiesa degli Artisti in piazza del Popolo a Roma. Unanime il cordoglio del mondo dello spettacolo, ma anzitutto del pubblico, espresso con messaggi sul web e sui social.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest