Ok dell’Unione Europea, Italo diventa americano

 

L’organismo comunitario ha avallato le operazioni con una settimana di anticipo rispetto ai tempi previsti.

La bandierina a stelle e strisce sventolerà su Italo. La Commissione europea ha approvato l’acquisto della compagnia privata di trasporto passeggeri ad alta velocità proposto dalla Srl americana Global Infrastructure Management. L’Antitrust comunitario è giunto alla conclusione che la fusione dei due gruppi “non solleva problemi di concorrenza perché le società non sono attive nello stesso mercato o in mercati collegati verticalmente”. Italo-Nuovo Trasporto Viaggiatori (Ntv), fondato nel 2006 e operativo sul mercato ferroviario dal 2012, è l’operatore ferroviario privato ad alta velocità che collega 19 stazioni in 14 città italiane. E’ il principale concorrente di Trenitalia nel mercato dell’alta velocità. Global Infrastructure Management è un investitore di infrastrutture globali con sede negli Stati Uniti nei settori dell’energia, dei trasporti, dell’acqua e dei rifiuti. Gli americani hanno notificato l’intenzione di rilevare Ntv il 5 marzo, e l’esecutivo comunitario aveva tempo fino al 12 aprile per esprimere un parere. Con una settimana di anticipo rispetto ai limiti posti ora Bruxelles dà il via libera alle operazioni.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest