Navigator, domani scade ultimatum a De Luca: niente controdiffida a difensore civico

Giuseppe Fortunato: “Bramavo di ricevere la diffida del governatore, come aveva annunciato, ma da me non è pervenuto nulla. Lui sta compiendo atti gravi non firmando, è inadempiente ed è stato diffidato dai ricorrenti”. Contatti con la prefettura per studiare come procedere, in caso di mancata firma del presidente della Regione

Vertenza navigator campani, domani scadono i 5 giorni concessi al governatore De Luca per firmare la convenzione con l’Anpal. Un termine indicato nella diffida del difensore civico regionale, Giuseppe Fortunato, a cui De Luca aveva annunciato una controdiffida. “Bramavo di riceverla – ironizza Fortunato – ma non ho ricevuto alcun atto formale dalla Regione”. Nel silenzio sulla vicenda, fonti di Palazzo Santa Lucia ribadiscono la linea del presidente: i provvedimenti di Fortunato sono ritenuti oltre le competenze del difensore civico. Ma per adesso, nessuna mossa dalla Regione. Domani, una delegazione dei navigator è attesa dal difensore civico per “capire come procedere”. Resta in piedi l’ipotesi di nominare un commissario ad acta, per esercitare i poteri sostitutivi nei confronti della Regione. Ma sono possibili altre soluzioni, non meno radicali. Anche perché i 471 vincitori di selezione restano al palo, e con loro i percettori campani del reddito di cittadinanza, a differenza di quanto avviene nelle altre regioni. “Il tempo stringe e – spiega Fortunato – queste persone stanno perdendo giorni di lavoro e di retribuzione. Io vado avanti. Sono in contatto con la Prefettura e con i vertici di Anpal anche per capire come e se si può procedere se De Luca continua a non voler firmare la convenzione”. Il difensore civico non nasconde cosa pensa: “De Luca sta compiendo atti gravi non firmando, lui è inadempiente ed è stato diffidato dai ricorrenti, avrebbe dovuto fornire una risposta ai ricorrenti entro i 30 giorni previsti, cosa che non è avvenuta”. Fortunato, però, lascia aperto un varco al dialogo tra le parti. “Inviterò De Luca a un confronto con i navigator – dice – in presenza di una figura terza che è il difensore, un confronto dal quale finora è fuggito e che dovrà essere fissato in via formale”. De Luca, tuttavia, non si esprime su eventuali margini di trattativa.

girobe

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest