Stadio Collana, la figuraccia del governatore De Luca

M5s: “scena surreale in Commissione Regionale Trasparenza

Questa mattina in commissione Trasparenza è andata in scena una vicenda surreale: al cospetto di decine di associazioni e migliaia di cittadini che da anni si battono per fare chiarezza sull’annosa vicenda dello Stadio Collana, la Regione Campania ha avuto il coraggio di mandare un funzionario che ha confessato di non essere in grado di fornire alcuna informazione”. Lo spiegano, a margine della commissione Trasparenza svoltasi nel Consiglio regionale campano, la presidente della commissione Valeria Ciarambino e la consigliera Maria Muscarà entrambe esponenti del Movimento 5 Stelle. “Il funzionario – dicono – è stato mandato allo sbaraglio, ha confessato di essere un mero esecutore, di non sapere nulla dell’oggetto dell’audizione. Questa e’ l’attenzione e il rispetto che De Luca e la giunta regionale hanno nei riguardi delle istituzioni e dei cittadini”.

Sullo stadio Collana “è stata realizzata un’operazione con scarsa trasparenza e poca chiarezza con riguardo all’assegnazione di un impianto pubblico a un privato. C’è il rischio che esso venga utilizzato per fini commerciali e non prettamente di carattere sportivo e sociale”, denunciano Ciarambino e Muscarà, annunciando che convocheranno nuovamente “il dirigente competente. Se dovesse assentarsi ci recheremo personalmente nel suo ufficio, dove non potra’ non ascoltare le nostre domande e quelle delle tantissime associazioni e dei cittadini napoletani che hanno a cuore il destino del Collana”.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest