Recale, arrestata maestra elementare: accusata di botte e minacce ai piccoli alunni

La docente ai domiciliari: indagine partita da segnalazione dei genitori. A documentare le presunte violenze una telecamera nascosta

E’ accusata di maltrattamenti e lesioni ai danni di più ragazzini della prima elementare della scuola Falcone di Recale, nel Casertano. Così nei giorni scorsi è finita agli arresti domiciliari un’insegnante del posto, indagata dalla procura di Santa Maria Capua Vetere. A notificare il provvedimento del gip del tribunale sammaritano i carabinieri della stazione di Macerata Campania, che dopo segnalazione dei genitori dei piccoli alunni hanno installato telecamere in classe: alla docente R.V., circa 60 anni, si contestano insulti, minacce, schiaffi, botte in testa, strattonamenti, tirate di capelli ai danni dei bambini. In un caso una delle vittime è rimasta ferita alla spalla. Le indagini sono iniziate nell’ottobre scorso e terminate a marzo.

Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest

Lascia il tuo commento