Napoli, salta il consiglio per colpa delle poltrone: l’opposizione presenta mozione di sfiducia

Pronta una nuova lottizzazione delle poltrone assessoriali

Il Consiglio comunale di Napoli è saltato per mancanza del numero legale. A venire meno sono stati alcuni consiglieri della la maggioranza arancio-fucsia che oggi era chiamata alla prova dei numeri a seguito dei malumori interni emersi nelle scorse settimane in merito alla lottizzazione delle poltrone assessoriali. Un mercato delle vacche. Il sindaco Luigi de Magistris prepara un nuovo rimpasto mentre la Città è allo sfascio. Oggi all’appello in aula hanno risposto solo 20 consiglieri, numero insufficiente per il proseguimento della seduta. Assenti Luigi Zimbaldi, Fulvio Frezza, Vincenzo Solombrino, Elena Coccia. All’appello non hanno partecipato gli esponenti delle forze di opposizione che oggi hanno depositato all’Ufficio di presidenza la mozione di sfiducia e si sono presentati in consiglio con ‘magliette di protesta’. Diversi gli slogan stampati: ‘Sindaco hai ancora una maggioranza?’, Hai liberato il lungomare, ora libera il Consiglio comunale’, ‘ Siamo sicuri che il palazzo sia di vetro?’, ‘A.A.A. offresi poltrone dema’ e ‘ Sindaco da chi prendi le distanze?’ (Seguono aggiornamenti)

Mozione di sfiducia
mozione di sfiducia
mozione di sfiducia
Condividi sui social network
  • gplus
  • pinterest